https://i2.hd-cdn.it/img/type28/width646/height284/id687381_1.jpg

Aggiornamento 13 settembre:

A poco più di due mesi di distanza dalla diffusione dei primi rumor a riguardo, si torna a parlare dell‘app per le videochiamte di gruppo sviluppata da Facebook. Bonfire è stata recentemente avvistata nell’App Store danese, segno che il colosso dei social network sta portando avanti i test in mercati limitati. Come riporta il sito The Next Web, che ha individuato l’app, Bonfire è stata scaricata circa 2000 volte. Non è ancora dato sapere quando Facebook deciderà di distribuirla su più vasta scala.

Post originale – 6 luglio

Il colosso dei social network è sempre impegnato per rendere ancor più accattivante (avviluppante?) la sua creatura. Offrire nuovi modi per far aumentare la permanenza degli utenti nello spazio virtuale in cui tutti sono amici di tutti rappresenta una priorità per Facebook che, per raggiungere lo scopo, spesso copia trae ispirazione dai servizi e dai prodotti sviluppati dai competitor. E’ successo con le Storie di Instagram e sembra stia per succedere nuovamente con i servizi per le chat di gruppo.

Il nome è Bonfire, si tratta di un’app standalone sviluppata da Facebook che permetterà di effettuare le videochiamate di gruppo, e, come riporta The Verge, appare in tutto e per tutto simile ad Houseparty, un’app che, pur senza molto clamore mediatico, ha ottenuto un buon riscontro tra gli utenti più giovani nel mercato statunitense. L’app originale è stata lanciata a giugno del 2016 da Life On Air ed a novembre dello stesso anno poteva contare una base installata di oltre un milione di utenti, oggi è compresa nell’elenco delle 200 app più popolari dell’App Store USA.

Gli sviluppatori di Houseparty sono gli stessi di Meerkat, che offriva un servizio simile ai livestreaming di Periscope, ma che non ha avuto più seguito ed è sostituita proprio da Houseparty con la quale Life On Air ha riconsiderato l’approccio ai livestreaming. La principale caratteristica dell’app, infatti, è la possibilità di inviare ad una cerchia di amici la notifica con la segnalazione che un membro del gruppo ha aperto l’app e l’invito a partecipare alla videochiamata di gruppo.

Alla luce del target di riferimento – i millennials – e dello schema di funzionamento di Houseparty – di fatto si tratta di un social network sincrono – è verosimile che Facebook voglia proporre la sua variante al vasto pubblico dei frequentatori del più popolare social. La fonte che riporta la notizia non aggiunge molti dettagli su tempistiche di rilascio di Bonfire, ma la descrive come un clone di Houseparty, quindi non è necessaria una grande immaginazione per immaginare ciò che ha da offrire (ved. QUI e QUI l’app originale).