https://hd.tudocdn.net/773691?w=646&h=284

Microsoft e Amazon sono agguerriti concorrenti nel mercato dei servizi cloud e lo potrebbero presto diventare anche nell’emergente settore dei supermercati altamente automatizzati, ovvero sprovvisti di casse e cassieri. Il colosso dell’e-commerce ha iniziato ad esplorare la possibilità di rivoluzionare i punti vendita con i supermercati Amazon Go, e Microsoft potrebbe iniziare a sfruttare la nuova opportunità di business sviluppando una tecnologia ad hoc.

La notizia non è ancora ufficiale, ma viene riportata in esclusiva da Reuters che fa riferimento a sei non meglio precisate fonti ben informate dei fatti.

[Microsoft] sta sviluppando un sistema che traccia ciò che gli acquirenti aggiungono nei loro carrelli […] Microsoft ha dato dimostrazione della tecnologia ai rivenditori in tutto il mondo ed ha intavolato una trattativa con Wallmart Inc per una possibile collaborazione.

Non è ancora chiaro quando Microsoft riuscirà a finalizzare gli accordi con i rivenditori e se il sistema di cui si discute sarà effettivamente la risposta che i negozianti cercano per modernizzare i punti vendita ed abbattere i costi legati agli addetti di vendita. Certo è che la mossa di Amazon non può essere sottovalutata dai competitor: al momento si tratta di una scommessa, ma se i supermercati senza cassa dovessero prendere piede, allora la multinazionale di Bezos avrebbe un vantaggio non trascurabile.

Reuters non scende nei dettagli del funzionamento del sistema sviluppato da Microsoft. Si dovrebbe trattare, in ogni caso, di una tecnologia non molto differente da quella usata nei negozi Amazon Go nei quali i clienti si limitano a scansionare il codice del prodotto con lo smartphone, per poi lasciare il punto vendita; un articolato sistema di fotocamere, sensori e algoritmi di machine learning determina in tempo reale ciò che il cliente ha acquistato e addebita automaticamente il conto sulla carte di credito associata.

Amazon ha aperto il primo punto vendita Amazon Go a Seattle a gennaio, attiverà due altri store analoghi a Chicago e San Francisco e potrebbe presto estendere il servizio all’Europa. Per Microsoft non c’è quindi molto tempo da perdere, soprattutto nell’ottica di fornire ai suoi clienti una soluzione completa, formata dal servizio cloud e dalla tecnologia da impiegare all’interno del negozio.