https://hd.tudocdn.net/761942?w=660&h=420

Optoma si appresta ad introdurre sul mercato il proiettore UHD390X, uno dei tanti DLP Ultra HD (nel catalogo del produttore sono presenti svariati modelli: UHD51, UHD40 eccetera) dotati del nuovo chip DLP470TE. Parliamo dunque di un prodotto provvisto di 1920 x 1080 microspecchi e con una diagonale di 0,47″. Per raggiungere la risoluzione Ultra HD viene impiegato un sistema che consente di visualizzare quattro pixel per ciascun microspecchio. Si sfrutta quindi l’elevatissima velocità di commutazione della tecnologia DLP per ricreare un maggior numero di pixel (DLP470TE ne ricrea il quadruplo).

UHD390X è molto simile a UHD51 (e praticamente identico a UHD40), rispetto al quale sacrifica alcune funzionalità per contenere il prezzo. Il proiettore è provvisto di una ruota colore a sei segmenti (RGBRGB), di una luminosità di 2.400 lumen (tramite una lampada UHP da 240 W) e di un rapporto di contrasto (dinamico) pari a 500.000:1. Le specifiche riportano un rapporto di tiro 1,21:1 – 1,59:1, uno zoom 1,3x e un lens-shift verticale (la possibilità di traslare l’immagine senza muovere il proiettore) pari a +10%. Mancano il supporto alle sorgenti 3D e l’interpolazione dei frame tramite PureMotion, presenti invece su UHD51.

Si possono visualizzare i video in HDR10 (il formato base per l’elevata gamma dinamica) e gli spazi colore Rec.2020 e DCI-P3, anche se la copertura effettiva dovrebbe più o meno corrispondere al Rec.709. La connettività comprende due ingressi HDMI 2.0 con HDCP 2.2, un ingresso VGA, una porta USB, un ingresso e un’uscita audio su jack da 3,5 mm, un’uscita ottica, una porta RS232 e una porta Ethernet. Completano la dotazione due speaker da 5W.

Il prezzo di listino è indicativamente fissato a 1.499 euro.