https://hd.tudocdn.net/767683?w=646&h=284

Difficile capire quali siano i reali piani ideati nelle stanze segrete del quartier generale di Shenzen, dove Huawei e Honor condividono ben pi del dipartimento di Ricerca e Sviluppo. Il brand madre sta ampliando pian piano l’offerta con una moltitudine di dispositivi, il secondo (e pi giovane) si mantiene invece su una timeline precisa, ma con prezzi e smartphone pi appetibili per la fascia bassa e media.

Oggi parliamo di Honor 10 e dei suoi cugini prossimi, perch evidente come sia nato dal mix di idee prese da uno e dall’altra parte: display IPS LCD in 19:9 da 5.84 pollici ereditato dal P20 Lite e piattaforma hardware del P20, anzi, con qualche Megapixel in pi sulla fotocamera principale. La mia non certo una critica, d’altronde Huawei sta facendo benissimo in Italia e, di recente, si contende lo scettro con Samsung sul numero di unit vendute (notizia ufficiosa), ma bisogna saper scegliere dal mazzo.

DESIGN E L’IMMANCABILE NOTCH


Bisognerebbe dividere questa categoria in due, con la porzione anteriore sempre pi simile a causa del notch e delle attuali necessit. Penso al lettore d’impronte che non pu ancora esser posizionato sotto al display (come invece fatto su Mate RS) e ruba posto nella cornice inferiore o sulla back cover, oppure alla fotocamera anteriore e i sensori che fanno a pugni con le cornici ultra sottili.

Davanti Honor 10 identico a P20 e P20 Lite, sono quasi impossibili da distinguere e non vi nascondo che anche io comincio a far fatica se li mischio con altri modelli notch-dotati di altri brand. Per dare unidentit si lavora quindi sulle back cover e sulle colorazioni, sempre pi fantasiose e aggressive. Allapprezzato Twilight di Huawei si contrappongono qui le varianti Phantom cangianti con riflessi viola o verdi, un vetro particolarmente curato nel retro che tiene lontane le impronte e d un tocco premium.

Si parla pur sempre di vetro, fa quindi piacere trovare allinterno della confezione una cover trasparente di gomma morbida che. Dovrebbero inserirla tutti per i dispositivi di una certa fascia, lasciando poi allutente la scelta di acquisto per accessori pi costosi e pregiati.

DISPLAY


La stessa cura avuta per il retro non la rivedo davanti, con un pannello IPS LCD che sembra esattamente quello gi visto su P20 Lite, n pi n meno. Unit che definirei buona nel complesso ma poco luminosa sotto luce diretta del sole, nei miei test con Calman ho comunque ottenuto 478 nits e un contrasto pari a 1913.

Tutti i valori sarebbero da rivedere: delta E Grigi altissimo a 10 (non si dovrebbe andare oltre il valore 3), copertura sRGB dell88%, copertura Adobe RGB migliore del 100% e delta E Colori di 5,68. Si poteva certamente fare di meglio, anche nel trattamento oleofobico e nella gestione dei riflessi. Probabile che Honor punter su ununit ben pi pregiata per il secondo esemplare della famiglia View (in arrivo non prima dellautunno).

PRESTAZIONI


A pochi giorni dalla recensione di LG G7 torno a ripetere che 4GB di memoria RAM sono pi che sufficienti su quasi tutti gli smartphone, e dico quasi perch so che ci sono delle personalizzazioni software fin troppo esigenti ed affamate di risorse. Addirittura su questo modello difficilmente vado oltre il 70% della RAM utilizzata, complice anche lottima EMUI 8.1 basata su Android Oreo 8.1.

Su Honor 10 troviamo la medesima configurazione hardware vista su Huawei P20, stesso software, quindi stesse prestazioni. Non saprei cosaltro aggiungere se non una conferma ulteriore. Gira come un top di gamma, sia allinterno dellinterfaccia sia nelle operazioni pi comuni, nel multitasking e web browsing. Non ha tuttavia quello spunto pi estremo che ricordo su alcuni modelli (penso a Galaxy S9+, Xiaomi Mi Mix 2so Google Pixel 2 XL), ma tutto gira liscio e senza particolari problemi.

  • Sistema operativo: Android Nougat 8.1 + EMUI 8.1
  • Display5.84 pollici2244 x 1080 pixel IPS LCD,
  • Processore:HiSilicon Kirin 970 octa-core 2.4GHz
  • GPU: Mali-G72 MP12
  • Memoria: 4GB RAM / 128GB storage
  • Fotocamera posterore: 24MP f/1.8 with (monocromatico) + 16MPf/1.6 (colori)
  • Video: max risoluzione 4K @ 30fps (non stabilizzato), full HD @30fps (stabilizzato)
  • Fotocamera frontale: 24 Mp, f/2.0
  • Connettivit: 802.11 ac Wi-Fi (2.4 and 5GHz),Bluetooth 4.2, NFC, GPS + Glonass + BeiDou,4G LTE Cat 18, Type-C 3.1
  • Dual nano-SIM, Dual LTE
  • Batteria: 3.400mAh
  • Dimensioni e peso: 149.6 x 71.2 x 7.7 mm /153g

Giocare un piacere grazie alla pi che nota GPU Mali-G72, capace come gi sappiamo di reggere qualsiasi titolo disponibile sul Play Store senza fastidiosi rallentamenti, calore eccessivo nelle sessioni prolungate e simili problematiche. Lettore d’impronte rapido come sempre e posizionato nella porzione inferiore della cornice, ma sotto il vetro e senza un perimetro sensibile al tatto.

Non lo uso tantissimo, devo esser sincero, una volta effettuato un buon riconoscimento del volto diverr in breve il principale sistema di sblocco. Promesso.

FOTO E VIDEO


Honor alza ulteriormente lasticella integrando un sensore dimmagine principale da 16MP e un companion in bianco e nero da 24MP. Quindi classica impostazione su cui la casa cinese continua a puntare, seppur sia ancora fermamente convinto che una fotocamera con ottica zoom o grandangolare sarebbe ben pi apprezzata.

Applicazione sempre particolarmente ricca di funzioni, tuttavia mancano alcune chicche come il Super Slow Motion a 960fps (abbiamo solo i 120fps in full HD) e una modalit Notturna che sia degna di questo nome. Nella video recensione parlo della modalit e di come sia stata nascosta nella voce Altro, ripensandoci direi che hanno fatto bene vista la resa insufficiente. Lunico modo per poterla sfruttare tenendo fermo il terminale per decine di secondi, cosa impossibile a mano libera.

Insomma dimenticatevi questo jolly visto su P20 e P20 Pro. Daltronde doveva pur limitarlo in qualche modo, proporre sui modelli pi cari qualcosa di pi ricercato che spieghi il prezzo ben pi elevato.

Non mi piace avere poi lIntelligenza Artificiale attiva di default una volta aperta lapplicazione della fotocamera, vorrei poter decidere quando usarla e limitare queste imposizioni, come leffetto bellezza impostato automaticamente per la fotocamera anteriore.

Credo bisogna ampliare lofferta ma lasciare liberi di scegliere gli utenti, anche perch questi filtri cambiano di molto la resa finale (e i connotati per i selfie). Vi faccio un esempio pratico: in questo caso lAI ha deciso di riprodurre in giallo il display del mio portatile, inutile dire che la cosa forzata e irrealistica, oltre che brutta.

Va per detto che anche se la fotografia viene scattata con AI attiva, possibile selezionare la foto con AI disattivata anche dopo lo scatto e quindi avere colori magari pi realistici nel caso in cui l’intelligenza artificiale esageri con la color correction

Foto pi che soddisfacenti di giorno, ottima riproduzione cromatica e dettaglio, con un autofocus piuttosto rapido che lavora bene in tutte le condizioni.

Positiva la valutazione anche quando cala la luminosit, al netto della modalit Notturna che trovo sostanzialmente inutile. In automatico si ottengono i migliori risultati, spesso lAI viene in aiuto e si, lho apprezzata a tratti.

Salto in avanti anche per la fotocamera anteriore, credo sia la medesima 24MP montata sugli ultimi due top Huawei, quindi capace di buoni autoscatti ma senza miracoli. Tende infatti a sovraesporre leggermente e bruciare certe porzioni in caso di forte luminosit ambientale.

Parliamo infine dei video, e anche qui le similitudini non mancano di certo, anzi, abbondano. Honor 10 pu registrare in 4K a 30fps o in full HD a 60fps, tuttavia in queste condizioni non supporta la stabilizzazione e il risultato finale pu non soddisfarci se siamo in movimento. Per andare sul sicuro bisogna quindi girare in full HD a 30fps, in questo caso la stabilizzazione digitale svolge egregiamente il lavoro e permette di apprezzare a pieno la qualit delle immagini

AUTONOMIA, AUDIO E RICEZIONE


Non ci si pu lamentare troppo dellottimo chip Kirin 970, ma comincio a pensare che questanno Qualcomm sia davvero riuscita a fare la differenza con il suo Snapdragon 845. Non parlo tanto di potenza pura di calcolo quanto di potenza in relazione ai consumi: come gi detto per Huawei P20 mi aspettavo unautonomia pi incisiva vista la batteria da 3,400mAh.

Intendiamoci, anche su Honor 10 pi che buona e mi porta sempre a fine giornata, oltretutto abbiamo finalmente fatto un bel salto in avanti rispetto alle passate generazioni (sia Honor 8 che Honor 9 montano una 3.000 mAh). Da segnalare il supporto alla carica rapida che ci porta da 0 al 50% in poco pi di 25 minuti, ho effettivamente notato uno spunto in pi.

Audio in capsula chiaro e limpido, quello in uscita dallo speaker risulta invece pi caldo e carico di bassi rispetto a P20, lo preferisco rispetto alla controparte Huawei.

CONCLUSIONI


Non conosco i piani del gruppo Huawei, soltanto loro sanno il perch di certe scelte e i vantaggi di creare una simile competizione interna. Sono sicuro che grazie alla maggior spinta di marketing si venderanno quest’anno migliaia e migliaia di P20 e P20 Lite in pi rispetto a questo Honor 10, ma la verit che i primi due non hanno senso davanti a questa nuova proposizione (ok P20 Lite ha dalla sua un prezzo minore ma anche un hardware inferiore).

Insomma, Kirin 970 sotto quota 400 sin dal primo giorno di vendita, dual-cam posteriore con sensore d’immagine principale da 24MP + 16MP e prestazioni da top di gamma. Ah, dimenticavo, ci sono anche queste allettanti colorazioni cangianti che lo rendono pi aggressivo, originale, quanto meno dietro, seppur bisogna spendere qualcosa in pi per levarianti top da 128GB (esattamente 449). Il Phantom Blue che ho provato in questa recensione sar disponibile anche a 399, quella Green a 449.

Conviene acquistare Honor 10, cos come conviene acquistare Honor 9 Lite rispetto al P Smart di Huawei, due line up parallele e quasi identiche che spesso trovano maggior senso (e convenienza) dal lato Honor. Non questione di preferenze soggettive, la realt al netto di tutti questi modelli presentati di recente… e siamo soltanto a maggio!

PRO E CONTRO

VIDEO

(aggiornamento del 16 maggio 2018, ore 19:06)