https://hd.tudocdn.net/738370?w=646&h=284

L’Unione Europea ha finalmente un regolamento unico sui droni. È stato approvato ieri in via definitiva dal Parlamento Europeo; prima di entrare in vigore, tuttavia, dovrà essere approvato dai ministri europei. L’obbiettivo è portare alla progettazione di droni che possano essere impiegati senza mettere a repentaglio la sicurezza delle persone.

Fino ad oggi, esisteva un regolamento unico solo per i droni con peso superiore a 150 kg; per i dispositivi più piccoli, ogni stato agiva indipendentemente. Ciò creava una situazione complicata da gestire per aziende e privati, con evidenti rischi di sicurezza e di privacy. Il regolamento verte tutto sulla valutazione delle caratteristiche del drone: peso, tipo di impiego, equipaggiamento, prestazioni, potenza. In base a questo dato, si determineranno:

  • I sistemi di sicurezza necessari – atterraggio automatico, sensori anti collisione…
  • Se è richiesto un patentino per pilotarli
  • Se è necessario che i piloti e i droni siano iscritti a un registro pubblico nazionale

Sulla base di questo regolamento, la Commissione Europea dovrà elaborare norme più precise e dettagliate, che definiscano per esempio l’altezza massima di volo e le zone di interdizione dal volo. Dovrà essere realizzato il sistema di classificazione del rischio di cui sopra, stabilito per quali droni è necessaria formazione aggiuntiva e molto altro.

Gli operatori di droni dovranno necessariamente essere a conoscenze delle regole in vigore, e come detto poco sopra, saranno tenuti in alcuni casi seguire corsi di formazione specifici. Per quanto riguarda l’identificazione ad un registro pubblico, ciò non sarà applicato a droni con pesi e dimensioni minime, tutti parametri ancora da valutare, su cui ritorneremo con futuri articoli.