http://www.androidworld.it/wp-content/uploads/2018/04/Fortnite-Android-Cloni.png

Lorenzo Delli

Neanche un mese fa la versione iOS di Fortnite è ufficialmente uscita dalla beta, diventando disponibile per tutti senza invito. Gli utenti Android sono rimasti nuovamente a bocca asciutta, ma d’altronde Epic Games non aveva annunciato né date né periodi precisi per il rilascio della versione mobile dedicata ad Android del celebre Battle Royale free-to-play.

Ovviamente, come spesso accade sul Play Store, ci sono diversi sviluppatori che si approfittano della popolarità del gioco e dell’attesa di milioni di giocatori per pubblicare cloni e app completamente inutili con pubblicità invasiva, con form o con malware indirizzati al furto di dati sensibili.

LEGGI ANCHE: Fortnite per iOS disponibile per tutti

Uno di questi sviluppatori è Maestrok che sul Play Store vanta ben 3 applicazioni, corredate di icone neanche troppo distanti da quella scelta da Epic Games per la versione iOS, tutte con lo stesso nome: Fortnite scritto in caps lock. Senza soffermarci troppo sul perché Google permetta la pubblicazione di tre (TRE!) applicazioni con lo stesso identico nome, che si rifanno tra l’altro ad un gioco così celebre come Fortnite, si tratta ovviamente di applicativi da pochi megabyte che tra l’altro richiedono agli utenti un bel po’ di dati per tentare un accesso fittizio al gioco.

Un’altra app che si sta piano piano diffondendo conta principalmente su un titolo abbastanza lungo: l’anteprima del Play Store, e persino il Play Store da desktop, lo taglia, senza mostrare il finale che per chi mastica la lingua inglese non lascia adito a dubbi. L’app si chiama Fortnite Battle Royale Hint e sfrutta più o meno gli stessi espedienti delle altre tre applicazioni.

Concludiamo suggerendovi che il gioco originale verrà pubblicato dal publisher ufficiale di Fortnite, che ha già una sua pagina sul Play Store sotto il nome di Epic Games, Inc., che probabilmente il lancio sarà preceduto da una beta chiusa/aperta limitata geograficamente e che comunque vi terremo aggiornati a riguardo della sua disponibilità. Nel frattempo potete segnalare tramite il Play Store da smartphone le applicazioni che vi abbiamo segnalato in modo che Google prenda al più presto provvedimenti